About

La marginalità
è messa al centro

CeDisMa è il nome che abbiamo scelto di darci. Si tratta di un acronimo che raccoglie le parole chiave della nostra attività: Centro Studi sulla Disabilità e sulla Marginalità. Questi due temi caratterizzano tutta la nostra attività di ricerca e formazione, sia didattica sia pedagogica. Dal 2010 CeDisMa è diretto dal prof. Luigi d’Alonzo, ordinario di Pedagogia Speciale e delegato del Rettore per l’integrazione degli allievi disabili all’interno dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Ambiti

Il nostro Centro Studi sulla Disabilità e sulla Marginalità collabora con istituzioni, enti, associazioni, scuole, aziende e quanti vogliano concorrere a promuovere i nostri progetti. Lavorando a stretto contatto con queste realtà proponiamo alcuni ambiti di ricerca e formazione, che servono come traccia da sondare, approfondire e condividere:

  • inclusione scolastica e gestione della classe
  • universal design for learning
  • la differenziazione per l’apprendimento
  • lavoro in rete con la scuola, la famiglia e gli enti locali
  • i bisogni educativi speciali a scuola
  • disabilità intellettiva
  • autismo
  • scuola e famiglia tra disabilità e marginalità
  • i disturbi specifici dell’apprendimento
  • disagio e marginalità
  • nuove tecnologie e Innovazione didattica speciale
  • apprendimento inclusivo, cooperative learning e peer education
  • l’analisi precoce della difficoltà di un bambino/a 0-6 anni, nei nidi e nella scuola dell’infanzia

I percorsi di ricerca e formazione di CeDisMa non seguono mai uno standard preciso, ma vengono strutturati insieme alle scuole e ai servizi educativi per costituire un autentico percorso di crescita e approfondimento.

Finalità

Il nostro Centro Studi sulla Disabilità e sulla Marginalità opera in conformità alla concezione cristiana dell’uomo e della vita, condivisa con l’Università Cattolica. In base a questi principi, si propone di:

  • sviluppare ricerche di settore e ricerche interdisciplinari sulle problematiche concernenti la disabilità
  • sviluppare ricerche di settore e ricerche interdisciplinari sulle problematiche concernenti la marginalità, con particolare attenzione al malessere giovanile e alla devianza
  • elaborare criteri interpretativi e di intervento alla luce della riflessione pedagogica, educativa e didattica
  • provvedere alla individuazione di strategie formative per gli operatori pedagogici e per gli educatori operanti nell’extrascolastico
  • impostare attività di consulenza per quelle realtà scolastiche particolarmente interessate e/o coinvolte nei problemi della disabilità e della marginalità
  • approfondire le tematiche pedagogiche ed educative connesse alle difficoltà di apprendimento
  • impostare attività di documentazione scientifica relativa alla disabilità e alla marginalità
  • ideare attività di formazione e aggiornamento professionale rivolte a scuole, istituzioni formative, agenzie sociali, enti, associazioni che si occupano di disabilità e di marginalità
  • effettuare consulenza pedagogica e didattica per insegnanti, educatori, genitori, direttori coinvolti in tematiche e problematiche speciali relative alla disabilità e marginalità

Proposte innovative

Il nostro Centro Studi sulla Disabilità e sulla Marginalità opera sul territorio per formare gli insegnanti ad accogliere e far sentire accolti i loro allievi in classe. Stiamo lavorando a una sperimentazione sulla Differenziazione didattica e alla realizzazione di una Scuola Polo di ricerca Sperimentale per l’inclusione degli allievi con disabilità uditiva. Nel mondo delle Associazioni, abbiamo in corso u progetto con ASPOC per migliorare i servizi rivolti a persone con disabilità ma anche alle loro famiglie. Collaboriamo con le aziende, con le reti associative e gli enti territoriali, con progetti che implementano il ruolo della tecnologia e di nuove metodologie d’apprendimento.

I percorsi di ricerca e formazione sono strutturati insieme alle scuole e ai servizi educativi in pieno rispetto delle esigenze e delle specificità di ciascuno. Per ulteriori informazioni, contatta il team CeDisMa all’indirizzo email: cedisma@unicatt.it